Le macchinette del caffè a capsule, pur non richiedendo molta manutenzione, hanno bisogno di qualche piccola attenzione. Tenere sempre pulita e priva di calcare la macchinetta del caffè, le darà una vita più lunga e le permetterà di fare un miglior caffè.

Dopo aver visto come pulire la macchina del caffè con le cialde, vediamo come fare la decalcificazione della propria macchinetta di casa.

Come decalcificare la macchina del caffè di casa

Inevitabilmente troveremo del calcare nella nostra macchinetta, che sia Nespresso, A modo Mio, Espresso point o qualunque altro tipo di macchinetta per cialde, capsule o caffè macinato. La decalcificazione ci permette di mantenere i canali e la meccanica della macchinetta in ottimo stato anche dopo anni di utilizzo. La conseguenza di una buona manutenzione è ovviamente una macchinetta che fa un ottimo caffè, anche dopo anni.

Vediamo quindi quali sono tutti i passaggi della decalcificazione della macchinetta.

Per prima cosa, bisogna procurarsi il prodotto giusto per la decalcificazione. Il consiglio è quello di preferire dei prodotti non troppo aggressivi, o decalcificanti che riportano la scritta eco, che dovrebbero essere naturali o comunque un po meno aggressivi e a basso impatto sull’ambiente. Elenco di seguito 3 prodotti con un’ottimo rapporto qualità prezzo e non troppo aggressivi:

Una volta che si ha il prodotto che si preferisce, serve miscelare il liquido decalcificante con l’acqua, nelle quantità indicate sulla confezione. Una volta miscelato, si versa il liquido nella vaschetta dell’acqua della macchinetta e la si avvia, ovviamente senza capsule all’interno.

Dopo aver spillato due o tre tazzine di soluzione decalcificante, bisogna lasciar riposare la macchinetta per circa 15/20 minuti. Questo periodo di riposo fa si che il decalcificante rimasto all’interno, inizi a lavorare staccando i residui di calcare dai componenti della macchina da caffè.

Mentre il liquido riposa, se il tipo di macchinetta lo permette, è consigliabile sfregare con uno spazzolino la griglia interna. Per intenderci la parte che va a contatto con la capsula bucandola. Consiglio di farlo perché li potrebbero rimanere incastrati residui di caffè e calcare ed ostruire gli ugelli della macchinetta.

Trascorsi 15 o 20 minuti, si avvia nuovamente la macchinetta e si fa scorrere l’acqua finché il serbatoio non si svuota. Così facendo tutti i residui di calcare formatisi nella macchinetta si staccheranno e inizieranno a defluire.

Prima di poter riutilizzare la macchina, occorre completare la decalcificazione. Per completarla occorre sciacquare molto bene il serbatoio dell’acqua della macchinetta e avviarla, finché non si svuota nuovamente. Consiglio di ripetere il risciacquo per 2 volte minimo, anche se l’ideale sarebbe 3 volte.

Ora la decalcificazione è completata e la macchinetta potrà tornare a fare il suo lavoro in maniera eccellente. Il caffè dovrebbe uscire in maniera fluida, senza suoni di sforzo e senza perdite di acqua ne prima dell’arrivo del caffè e neanche dopo.

Questo procedimento andrebbe fatto 2 volte all’anno, sempre accompagnato da una periodica pulizia della macchinetta.
Se vuoi sapere come effettuare la pulizia, puoi leggere il nostro articolo: Come pulire la macchinetta del caffè in capsule.

 

Articoli recenti

Lascia un commento

0
E-commerce capsule caffè - TorinoCome pulire macchina del caffè in cialde